Successo dei produttori del STL Monti Sibillini Terre di Parchi e di Incanti alla Bit di Milano

COMUNICATO STAMPA N. 4 del 21/02/05

Sono stati loro i protagonisti alla Borsa internazionale del turismo che si è chiusa la scorsa settimana a Milano: i produttori delle delizie enogastronomiche del Sistema turistico locale Monti Sibillini, cui la Regione Marche aveva affidato, nell’ambito della fiera, l’angolo della degustazione dei prodotti tipici.

I Sistemi turistici locali delle Marche hanno avuto un ruolo centrale alla Bit di Milano, ma quello dei Monti Sibillini inevitabilmente ha riscosso una grande affluenza e partecipazione di pubblico, grazie alle bontà enogastronomiche, attraverso le quali ha saputo promuovere un intero territorio.

La parte del leone l’hanno fatta le acque minerali, con le numerose sorgenti dei Monti Sibillini, che hanno offerto una vetrina di ben 6 acque diverse: Roana, Tinnea, Santa Lucia, San Giacomo, Nerea e Preistorica. Tra i liquori tipici del comprensorio del Stl (che include anche il territorio ascolano) l’Anisetta Meletti di Ascoli Piceno e il Mistrà Varnelli di Pievebovigliana.

Per la degustazione dei vini molte le cantine locali che hanno portato alla fiera il fiore all’occhiello della produzione vitivinicola del territorio: Baleani di San Ginesio, Saputi di Colmurano, Rocchi di Caldarola, Serboni di Serrapetrona con la sua caratteristica Vernaccia DOCG, l’azienda Castignano, il vino cotto di Loro Piceno, la produzione enologica della Fondazione Giustiniani Bandini dell’Abbadia di Fiastra, i fumi cotti di Ripe San Ginesio.

Non potevano ovviamente mancare formaggi e salumi, tra i più caratteristici prodotti della nostra terra, forniti rispettivamente da: Caseificio Picenum di San Ginesio, Di Pietrantonio di Belforte del Chienti, Beccerica di Gualdo, Re Norcino di San Ginesio, Monterotti di Sarnano, Properzi di Colmurano, L’Antico Gusto di Penna San Giovanni, Vissana Salumi di Visso, Prosciutto Monti Azzurri di San Ginesio.

I dolci sono stati offerti dal forno Annavini di Caldarola e il pane da Canzonetta di Sarnano.

Le altre prelibatezze tipiche del territorio sono state fornite da SI.GI. Confetture di Macerata, Nuova Simonelli di Belforte del Chienti che ha curato l’angolo bar con ottimo caffè.

Le ricette tipiche sono invece state cucinate a regola d’arte e secondo una secolare tradizione da Albergo Centrale di San Ginesio che ha preparato il polentone e La Cittadella di Montemonaco che si è prodotta in una gustosissima zuppa di farro. L’olio è stato offerto dall’azienda Pieroni Adolfo di Caldarola, produttrice di uno degli oli più pregiati e premiati delle Marche.    

Il Presidente del Stl Monti Sibillini, Pier-Giuseppe Vissani, ringrazia sentitamente i produttori per aver saputo portare, nel contesto di una manifestazione che rappresenta uno scenario internazionale nella promozione turistica, le eccellenze del territorio.

 

Per il Stl Monti Sibillini

Fabiola Caporalini

(339-6005932)

  • Condividi > 
  • Ok Notizie
  • Microsoft Live
  • Delicious
  • Digg
  • Twitter
  • Facebook
  • Google Bookmark
  • Badzu
  • Reddit
  • Technorati
  • Yahoo Bookmark
marche