Il Cosmari in campo per la riduzione dei rifiuti

Leggi tutto

 

Dopo la fortunata partecipazione a Ecomondo e dopo il convegno, sempre organizzato a Rimini in occasione della fiera dell’ambiente e che ha registrato un forte partecipazione di pubblico, dedicato alla riduzione della produzione dei rifiuti, dello spreco alimentare e alla presentazione di uno specifico progetto volto all’introduzione della Tares, la nuova tariffa che i Comuni dovranno applicare sostituendo la Tarsu, il Cosmari, in questi giorni, è impegnato a seguire diverse manifestazioni promosse in più Comuni in occasione della Settimana europea dei Rifiuti. In pratica il Presidente Sparvoli, il Direttore Giampaoli e gli esperti del Cosmari parteciperanno a convegni e iniziative organizzate da varie associazioni locali, portando la propria esperienza e distribuendo materiale informativo mediante stand appositamente allestiti. Cosmari, ad esempio e per citarne alcune, sarà a Loro Piceno il 22 novembre, affiancherà il Pettirosso Onlus in occasione del mercatino del baratto che si terrà a Tolentino il 23, 24 e 25 novembre e nella settimana successiva sarà a Potenza Picena per incontrare gli alunni delle scuole primarie e per partecipare ad un mercatino di prodotti “green” e a km “zero”.

L’intento principale del Cosmari è quello di sensibilizzare i cittadini sulle “buone pratiche” che consentono di ridurre la produzione dei rifiuti, cercando di creare un nuovo modello e stile di vita più ecocompatibile ed ecosostenibile. Non meno importante la questione strettamente connessa allo spreco alimentare. Infatti mentre diminuisce la produzione degli imballaggi, purtroppo di contro, aumenta quella dei rifiuti organici, compresi, appunto, gli scarti di cibo. A tal proposito si stanno avviando una serie di iniziative in collaborazione con il prof. Andrea Segrè dell‘Università di Bologna e fondatore del “Last Minut Market” volte a far percepire a tutti noi come, ogni giorno, indiscriminatamente, tanto cibo finisce nella pattumiera con spreco di denaro e soprattutto con grande danno all’ambiente.  A breve tutti i sindaci dei comuni maceratesi saranno chiamati a sottoscrivere un patto che consenta di realizzare alcuni specifici progetti per ridurre lo spreco di cibo. Tutto questo anche in previsione del 2014 anno europeo contro lo spreco alimentare.

Intanto continua il trend positivo della raccolta differenziata che su base provinciale, nello scorso mese di ottobre, si è attestata al 70,92%, una delle più alte in Italia. Tutti e 42 i comuni interessati dalla raccolta “Porta a Porta” hanno fatti registrare importanti risultati ed il più “Riciclone” è risultato essere Caldarola con l’83,61%, seguito da Apiro con l’83,50%.

In settimana verrà presentato ufficialmente a tutti i Comuni il nuvo calendario 2013 del Cosmari che verrà inviato, come tutti gli anni, a tutte le famiglie interessate dal “Porta a Porta”. Il calendario è un importante strumento per informare i cittadini sulle ultime novità concernenti la raccolta differenziata.

Infine Cosmari è impegnato ad avviare il servizio di raccolta domiciliare “spinta”, appositamente studiato e calibrato sulle esigenze dei residenti dell’Hotel House, a Porto Recanati. Una nuova sfida che passa attraverso al piena integrazione dei tanti abitanti stranieri che già dai primi incontri si sono dimostrati sensibili alle tematiche della differenziazione e del riciclo dei rifiuti e che si sono detti entusiasti di entrare a far parte della grande “Comunità Riciclona” del Cosmari.    

Autore: Luca Romagnoli
  • Condividi > 
  • Ok Notizie
  • Microsoft Live
  • Delicious
  • Digg
  • Twitter
  • Facebook
  • Google Bookmark
  • Badzu
  • Reddit
  • Technorati
  • Yahoo Bookmark
marche